gradito l'abito rosso venezia

Gar 2017: una domenica in rosso a Venezia

Io e te e una nuova avventura: GAR.

DOVE: Westin Europa & Regina (Le coordinate Google Maps) – zona San Marco – vaporetto linea 1 o 2 in circa 30 min

PER CHI: per tutti al costo di €20 + 5 € cauzione bicchiere

COSA: GAR 2017 Gradito l’abito rosso – degustazione vini rossi friulani e sloveni organizzato da Fisar Venezia

Prima di raccontarvi cos’abbiamo degustato vi ricordo la nostra felicità per la prima uscita dopo 15 mesi da soli… soli o quasi soli perchè in realtà un altro frugoletto era con noi ma era ben nascosto dall’abito rosso. Se lo scorso anno avevamo rimandato, quest’anno finalmente siamo riusciti ad approdare a Venezia per Gradito l’Abito Rosso (ecco cosa significa Gar). Beh che dire, intanto abbiamo comprato qualcosa di rosso per l’occasione! Non era obbligatorio ma è stato bello e quando tuo marito dice “comprati un vestito rosso” bisogna prendere la palla al balzo, anzi la carta di credito …

gradito l'abito rosso venezia fisar

Due winelovers, poco esperti ma amanti del vino partono per Venezia riuscendo a non perdersi dalla fermata del battello San Marco Giardini al Westin Europa & Regina solo grazie all’aiuto di amica.

gradito l'abito rosso

Io gradisco più il bianco del rosso, ma il mio sommelier in erba è riuscito a trovare qualcosa che potesse piacermi.

Partiamo con la nostra carrellata:

Per non catapultarmi subito nei rossi corposi iniziamo da un Millebolle Rosè del 2015. Un metodo Charmat per rimanere vicino ai miei amati Trentodoc. Fresco, spumoso adatto come aperitivo per la stagione primaverile estiva che si sta aprendo o come accompagnamento per piatti di pesce e crostacei. All’olfatto i frutti di bosco si sentono tutti.

Ci attira il nome e vogliamo capire se è apparenza o competenza quindi assaggiamo! Una cantina giovane ma che offre ai clienti e agli amanti del vino molte opportunità per farsi conoscere. Eventi in cantina, nel vigneto, in piazza. E’ la cantina social che ci piace. Quasi quasi facciamo un pensierino per un pic nic tra i vigneti. Magari Joe ci suona un po’ di chitarra! 😉

Refosco del Peduncolo Rosso FCO 2015. Dai Colli Orientali del Friuli DOC un affascinante rosso rubino scuro, fruttato ma con note di liquirizia. Un 13% di gradazione che a me fa girar la testa, dovremmo lasciarlo un po’ respirare e abbianarlo ad una carne rossa arrosto, in umido, al sugo.

Vespa Rosso IGT Venezia Giulia 2012. Si può parlare di un vino “potente”? Al rosso più famoso della cantina Bastianich abbiamo riservato una foto d’eccezione.

50% merlot – 30% refosco dal peduncolo rosso – 15% cabernet sauvignon – 5% cabernet franc, un mix di vitigni d’origine bordolese e friulana. Andiamo a caccia? Con la selvaggina si sposa benissimo.

Partiamo da un Ribolla Nera. Uno Schioppettino giovane che ci piace. Rosso rubino come il sapore di mora che lo compone.

Schioppettino di Prepotto 2013. Un vino che racchiude un territorio poiché Vigna Petrussa si trova esattamente nella terra madre dello Schioppettino. Le colline, le piogge e il sole, l’anfiteatro della valle dello Judro sono condizioni ottimali per la coltivazione di questo vitigno. Hilde c’ha messo tutto il suo sapere in questo vino anche se lo so, per molti il viticoltore è uomo. 

Perla Nera. Uno Schioppettino appassito con lieviti indigeni non selezionati. Eccolo, è lui. Il Passito che amo. Dolce ma non troppo, ammaliante. Ne prendiamo una bottiglia amor?

Iniziamo il giro dei Pinot. Gran Pinot Nero Collio 2015. Non è corposo ed è giusto per il mio palato. I profumi sono freschi abbinabili a carne di pollame e anatra o a freschi piatti di pesce. Vedo il risotto con radicchio e salsiccia in agguato e decidiamo di abbinarlo così.

e poi… continua tu Federico perchè io ho una creatura in pancia … e visto che oggi Venezia ci regala un splendido sole ti aspetto nella terrazza e ogni tanto ricordati di me… di noi… portami un po’ di mortadella della Bajta così continuo ad assaporare un po’ di Friuli anche da qui!